L’Italia, dopo l’Europa

Dopo il titolo europeo conquistato in Slovenia, ad inizio Settembre, Simone Faggioli ha coronato il suo splendido 2019 con la vittoria del Campionato Italiano Velocità Montagna.

I punti necessari sono arrivati, ieri, con una gara d’anticipo, nell’edizione numero 65 della Coppa Nissena, vinta dal pilota Best Lap con una grande prova di carattere, visti i problemi elettronici e di set up incontrati durante le prove.

Con l’1’51”84 ottenuto in gara 1, Simone e la sua Norma M20 FC Zytek hanno anche stabilito il nuovo record del tracciato, che, sommato all’1’53”60 di gara 2, ha consentito loro di tenere a distanza Christian Merli, secondo ad 1”09, e Francesco Conticelli, terzo a 13”88.

“Se c’era un’occasione in cui rischiare in ottica campionato era questa e ce la abbiamo fatta!”, ha dichiarato l’11 volte Campione Europeo e 13 volte Campione Italiano. “Le ricognizioni hanno fornito dei dati utili sui quali lavorare ed hanno fatto emergere degli elementi che non erano a posto. Con il solito, perfetto lavoro di squadra ci siamo messi nelle condizioni di attaccare e, seppur con qualche rischio, il risultato è arrivato. Sapevo che Merli sarebbe stato duro da battere, ma dopo i primi metri di gara 1 ci ho creduto”.

Nel Gruppo GT, terzo gradino del podio per Maurizio Pitorri, altro portacolori Best Lap.

Sul traguardo, la sua Ferrari 488 Challenge è stata preceduta da quella di Roberto Ragazzi, secondo classificato, e dalla Lamborghini Huracan del vincitore, Rosario Parrino.

Il Campionato Italiano Velocità Montagna si concluderà il 20 Ottobre, in Veneto, con la 35esima edizione della Pedavena – Croce d’Aune.